Blogger Widgets

Etichette multiuso!


3 commenti

Potete stampare queste etichette su carta adesiva, ma anche su carta normale per poi, una volta ritagliate, fissarle coprendole con il nastro adesivo trasparente, dove vorrete!
workshop

Quanto sono buone le vellutate...


3 commenti



Sbucciare 300gr di Topinambur e soffriggerlo fino a doratura. 
Sfumare con 300ml di brodo di pollo e 300ml di latte. 
Cuocere il tutto finché risulta tenero. 
Passarlo al mixer e rimettere la crema ottenuta sul fuoco per riscaldarla.
Condire con sale e pepe bianco a piacere.

Per i crostini: 
Scaldare 3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva in una padella
Aggiungere l'aglio schiacciato poi il pane e un paio di foglie di salvia
Farli rosolare.      
             
      
                                

I b b biscotti, mmm muffin


0 commenti

Era una delle prime volte in cui venivo lasciata sola e mi sentivo la regina della casa. 
Come passare il tempo? 
Penso subito a quanto sarebbe bello riuscire a preparare qualcosa di dolce per sorprendere, al rientro, mamma e papà. Finora avevo aiutato a preparare i ravioli, le tortine per la colazione, le pizzette per le feste, avevo seguito un paio di lezioni di cucina per bambini e pasticciato con la mia migliore amica, ma sempre con un adulto in casa.

"Suvvia non puoi infornare i tuoi biscotti preferiti dovresti scegliere qualcosina di semplice!: mi dico...
Punto le mensole della cucina; riconosco subito il libro delle ricette della mamma. Lo prendo ed incomincio a sfogliarlo...leggo di pagina in pagina una preparazione diversa, una scheda o dei consigli raccolti, di anno in anno, in ogni luogo all'estero dove ci dovevamo trasferire per seguire gli impegni di lavoro di papà.

Finalmente arrivo alla ricetta che desidero trovare: decido di preparare i b b biscotti, mmm muffin...o meglio i biscotti che la mamma preparava per ogni party, quelli che a scuola facevano venire voglia di far merenda a tutti.

Solo dopo aver letto la prima riga, mi assale il dubbio di non avere tutti gli ingredienti. Apro subito la porta del frigo, guardo in dispensa e, quanto mi sento contenta: c'è tutto l'occorrente. Posso iniziare!

250 grammi di zucchero di canna Muscovado: scuro, un po’ appiccicoso e con un forte sapore di melassa
40 grammi di zucchero

(questa miscela mio fratello la chiamava "la nostra minestrina di zucchero")

160 grammi di burro morbido
una bacca di vaniglia

(il profumo di vaniglia è ancora oggi uno dei miei preferiti)

2 uova fresche
4 grammi di lievito in polvere 
100 grammi di farina 00
300 grammi di farina integrale che dà un delizioso sapore rustico
15 grammi di sale marino integrale, accidenti ho esagerato, ne bastano cinque!
e 120 grammi di cioccolato fondente, spezzettato grossolanamente

Accendere il forno di casa e mescolare il burro con gli zuccheri. 
Aggiungere la vaniglia e le uova, una alla volta, sbattendo bene.
Mescolare assieme le farine, il lievito in polvere e il sale fino.
Spezzettare la tavoletta di cioccolato e unirla all’impasto.
Pasticciarsi le mani e formare delle palline appiattite.





E...qua arriva la novità: noi non li mettiamo sulla solita teglia da forno, ma li riponiamo in una teglia per muffin. Un piccolo segreto per farli tutti della stessa misura e avere un biscotto morbido all'interno e croccante al primo morso.

Con la maglietta sporca perché non avevo messo il grembiule inforno i miei cookies inglesi, a 180°, per dodici minuti circa. 

p.s. Non cuoceteli di più perché diventano più duri raffreddandosi!



Da quella volta questi biscotti mi portano all'immagine di me bambina, con il naso all'insù spericolata sulla sedia della cucina a cercare il libro delle ricette, scritte tutte a mano, dalla mamma. 
Da quella volta ringrazio la mia famiglia per avermi trasmesso l'amore per la buona cucina e i passatempi genuini.

Con questo post partecipo con immenso piacere al contest "la ricetta della tua infanzia" di:


Fagottini dolci? Sìììììììì!!!


3 commenti



Con questa ricetta partecipo al contest di "Coccole di dolcezza"!

Nella foto ho messo tutti gli ingredienti che ho usato...Ooppss manca il burro:) ed eccovi la ricetta: semplice semplice, dolce e sana perché vi ho a cuore!!!

una pasta sfoglia con farina integrale (a me piace quella Buitoni) da ritagliare a seconda della forma del vostro fagottino
un cucchiaio di burro sciolto in una padella antiaderente 
2 mele granny smith, tagliate a dadini, da mettere a rosolare assieme al burro
4 cucchiai di sciroppo d'acero d'aggiungere in padella con le mele
un cucchiaino di cannella per profumare il tutto


cucinare il ripieno per una decina di minuti ed unire 2 pugnetti di uvetta lasciata rinvenire in una ciotola con dell'acqua
usare un rosso d'uovo per spennellare i fagottini preparati prima di metterli in forno a 180° per circa 12 minuti

decorazioni a scelta

 




Una merenda spaziale: un'idea a prova di bimbo!


6 commenti

"Che merenda mi dai?"

Una navicella spaziale colorata, dolce e sana!

I bambini gradiscono merendine sfiziose...Guardando gli ingredienti che avevo in casa ho fatto volare la fantasia preparandovi questa navicella spaziale con poche cose. 
Qualche fragola di stagione, rondelle di banana (spruzzate di limone affinché non si ossidi) e qualche cubetto della tortina di ricotta pronta per la colazione. 
Ovviamente si può personalizzare a piacere a seconda dei gusti e delle cose che avete in casa. 
Oggi non avevo dei piccoli piedini in cucina, ma sono sicura che se la fate preparare ai vostri bimbi saranno ancora più invogliati a mangiarla!
E' piccolina: per infilarla nel loro tupperware...

ps. Nella sezione Workshops del blog vi lascio delle graziose etichette da stampare e poter usare proprio per personalizzare i contenitori che usate per le merende dei piccoli.

La mia tortina di ricotta:

250gr di ricotta
250gr di farina
250gr di zucchero
70gr di burro sciolto
3 tuorli
3 albumi a neve
1 bustina di lievito
zest di limone

Preriscalda il forno a 180°.
Prepara il tuo stampo da plumcake: imburrato e infarinato.
Lavora i tuorli con lo zucchero. 
Aggiungi il burro (non caldo), la farina setacciata, il lievito, la buccia di limone e la ricotta. Mescola per bene tutti questi ingredienti. 
Monta gli albumi a neve e incorporali con delicatezza dal basso verso l'alto.
Inforna la torta per 35-40 min. La prova dello stecchino funziona sempre;)!

Per le decorazioni:

uno stuzzicadenti
dei pirottini per cupcakes (i cubetti di torta sono protetti, nel caso usaste della frutta molto succosa)
granella colorata
....






Con questo post partecipo al contest di Coccole di dolcezza: 
"Che merenda mi dai?"




Oggi lo chef non sono io!


4 commenti


"Ratatouille? Devono essere impazziti!

No, non può essere così squisita...

Chi prepara la Ratatouille in cucina? Io esigo saperlo!"

Sono queste le parole del critico gastronomico Anton Egò quando assaggia la Ratatouille dell'omonimo topolino della Disney. 
Quest'ultimo è una vera scoperta: grazie al suo olfatto straordinario e le sue innate doti culinarie trasforma ogni piatto insignificante in una prelibatezza!

Potrebbe essere divertente per la famiglia e specialmente per i vostri bambini trarre ispirazione dai film che hanno fatto del cibo il loro tema ispiratore. Consiglio a tutti di vedere il film della Disney/PIxar Ratatouille!


Ingredienti

1 melanzana a fettine sottilissime
1 zucchina gialla (si può sostituire con 2 chiare) a fettine sottilissime
1 peperone rosso a fettine sottili
 2 spicchi d'aglio schiacciati
 4 pomodori tipo Roma a fettine sottili
3 pomodori tipo cuore di bue maturi, pelati, senza semi, tagliati a dadini
mezza cipolla tritata finemente 
 una puntina di prezzemolo
1 foglia d'alloro
 timo
1 cucchiaino di zucchero
 olio extravergine d’oliva fruttato q.b.
 sale e pepe q.b.

Inizia con il fare la salsa:
unisci 2 giri d'olio, 1 spicchio d'aglio schiacciato e mezza cipolla tritata in una grande padella, dal fondo pesante, a fuoco basso. 
Mescola di tanto in tanto per una decina di minuti. 
Aggiungi i pomodori cuore di Bue, il timo, il prezzemolo e l'alloro. 
Porta a ebollizione a fuoco medio. 
Aggiungi lo zucchero e abbassa la fiamma. 
Fai sobbollire il liquido per circa una mezzora: non deve rimanere molto liquido. 
Aggiusta di sale e elimina le erbe. 
Preriscalda il forno a 140 °.

Stendi la salsa sul fondo del vostro tegame.
Disponi le verdure, tagliate a fettine sottili sottili, a partire dal centro per formare una spirale sovrapponendo rondelle di zucchina, melanzane, pomodori Roma e peperone rosso alternati.
In una ciotola, miscela l’altro spicchio d’aglio schiacciato, 2 cucchiai d’olio, altro timo fresco tritato, sale e, se gradito, del pepe e spargi questo mix sulle verdure.
Taglia un cerchio di carta da forno per coprire e sigillare bene il tuo tegame.
Cuocere in forno per 2 ore. 
Scoprire e cuocere per circa altri 30 minuti.
E voilà il piatto è pronto!


Con questo post partecipo al mio primo contest di Mela e Cannella!

Segnaposto pasquale...Grazie I.S.T students!


0 commenti
Oggi vorrei mostrarti come creare un grazioso segnaposto pasquale. Se desideri prepararli per tutta la famiglia, devi sbrigarti al più presto: manca pochissimo alla festa!
Ma prima vorrei cogliere l'occasione per ringraziare degli aiutanti giovanissimi, esemplari e simpatici: gli alunni della"Scuola Internazionale di Trieste"
Grazie carissimi siete stati proprio bravi. Spero di avervi fatto divertire...Ci rivediamo per il lavoretto della festa della mamma.-

Veniamo ora al dunque....Per ogni pecorella hai bisogno di:

2 mollette di legno
30 cotonfioc all'incirca
2 pezzetti di cartoncino
un paio di forbici
della colla vinavil
un pennarello nero dalla punta sottile

1. Traccia a matita sul cartoncino la forma del corpo e del viso della tua pecorella.
Quando sei soddisfatto della forma, ritagliali.
2. Quindi comincia a tagliare tutte le estremità dei cotonfioc; copia la lunghezza dalla foto in basso. Attenzione saltano dappertutto. (Prepara una "barriera" per fermarli.)
3. Inizia a incollare le punte di cotone sul corpo della pecora. Devi partire dal fondo e seguire una forma a C. Aiutati con le immagini.
4. Ogni C diventerà sempre più piccola.
5. E presto il corpicino sarà pronto.
6, 7. Per la testa applica la frangetta (cottonfioc tagliati corti) e due orecchie (cottonfioc leggermente più lunghi).
8. Disegna gli occhi, il naso e la bocca. 
9. Incolla le mollette dietro e, se lo desideri, prepara un praticello.

Buon lavoro e buona Pasqua! workshop






OGNI ALIMENTO HA UNA STORIA:


0 commenti

Fate scoprire ai piccoli DA DOVE PROVENGONO gli alimenti, 

PERCHE' li AVETE SCELTI, 

ENFATIZZATE I PROFUMI e le sfumature di COLORE...

CERCANDO DI MOSTRARE I CIBI sotto una LUCE NUOVA, CURIOSA E GIOCOSA.



Cucinare fa bene a loro e a noi.





4 commenti


Mamma mi prepari, per piacere, il pranzo al sacco?


1 commenti

Gli  stampini in silicone si possono usare per moltissime cose! Sorprendente il vostro bimbo dividendoli il suo pranzo così. Prima il panino e le verdurine poi la frutta e il piccolo dolcetto :)!

Carotine fai da te: porta ovetti o porta posate :)


1 commenti

Le CHIPS...Gnam YummY


0 commenti
PIACCIONO MOLTO AI BAMBINI, sono più belle, leggere, croccanti e non fanno venire tanta sete come quelle salate...Sono questi I PREGI DELLE CHIPS DI MELA!

Come farle?

Comprate le mele che vi piacciono di più. In una bacinella mettete dell'acqua con del succo di limone. Lavate le mele e togliete il torsolo. Poi intingendo un dito nell'acqua acidulata bagnate le pareti del buco che avete creato nella mela per evitare che scurisca; non sbucciate le mele. Ora, tagliate le mele a fettine sottili di circa 2/3mm, tuffatele nell'acqua e limone e asciugatele, dopodiché disponetele mano a mano nell'essiccatore o in una teglia da forno. Se usate l'essiccatore impostatelo a 70°, se invece usate il forno impostatelo a 60° con la funzione ventilato. Ci vorranno diverse ore. Quando vedrete che le mele sono completamente disidratate, ma leggermente gommose, fate la prova e fatene raffreddare una a temperatura ambiente. Se raffreddandosi diventerà croccante vuol dire che è pronta!


ricette

Aspettando pasqua...


0 commenti
Salvatevi l'immagine e stampatela per i vostri bambini.
workshops

Vi piace la pasta portata a tavola nel cartoccio?


0 commenti
Un modo per ATTIRARE GLI OCCHI dei più piccoli e VENIRE INCONTRO al loro gusto.